Prodotti nel carrello: 5  
ExCogita Book Shop
Cerca nel sito:
Ricerca veloce
 
Novità Offerte Chi Siamo Spedizioni Condizioni Contattaci
Categorie  
 Fuori Collana
 I Librini
 Narrativa
   Fabulae
   Liber ut Liber
   Nitrolibri
   Voluminaria Rosso
 Poesia
 Gialli
 Saggistica
 
Novità  Altro
Illibertŕ
Illibertŕ
€ 12,00
 
Informazioni  
Spedizioni e Consegna
Privacy
Condizioni e Garanzie
Chi Siamo
Contattaci
FAQ
Mappa del sito
 
Il gambero e il mare
da maria moltoni Data di inserimento: domenica 09 dicembre, 2007
Ho letto per la prima volta "Il gambero e il mare" qualche anno fa, da adolescente. L'impressione che mi lasciò fu di un libro che sa farti compagnia. L'immedesimazione è immediata, il sorriso garantito, e anche qualche lacrimuccia. Trovai mancasse forse di coesione, essendo un libro fatto più a quadri emozionali che cronologici. Era opera di un amico, e ritrovarlo fra quelle pagine era come conoscerlo meglio e sentirlo vicino. L'ho riletto da poco proprio per andare in cerca di un amico perso, poi ritrovato e poi perso di nuovo. E per quanto immagino sia cresciuto da allora, sia come persona che come scrittore, mi ha commossa scoprire che era rimasto esattamente lì, come ad aspettarmi, con la sua ironia, la sua mirabolante capacità descrittiva, la sua verve dissacratoria, la sua incontenibile espressività ed espansività, la sua generosità assoluta nei confronti del lettore. Candida è lui e sono io ed è chiunque pedala incontro e non contro la vita, accelera, rallenta, cade e si rialza. Alla fine la protagonista ha il suo happy ending, cosa che non sempre nella realtà succede, ma ciò che lei rappresenta non è mai la vittoria o la sconfitta in assoluto, ma semplicemente il vivere a perdifiato, cavalcando un ideale, un rimorso, un'emozione, una mania. Ciò che ti resta alla fine è la voglia di farti una bella chiacchierata con lei, libertà che effettivamente l'autore si prende, penetrando fra le pagine e confessandosi a lei come a una Coscienza. Non la coscienza morale, ma quella che riflette i sogni accesi e quelli infranti. E' una bella opera d'introspezione e di pacificazione per qualche aspettativa mancata. L' ha scritta un giovane autore che sta crescendo e vuole capire che direzione imboccare. La lettura è scorrevole e immediatamente coinvolgente, lo stile sincero, spigliato e a tratti lussureggiante. Nelle descrizioni ogni parola è un fiore esploso al suono della primavera, nei dialoghi l'ironia si acompagna con la riflessione, mentre mi sono invano sforzata di cogliere dei passaggi squisitamente narrativi, ma non ne ho trovati. E' un libro che si fa leggere, semplicemente, e una volta trovato il filo è tutta discesa. A perdifiato per i vicoli di Genova e su e giù per il labirinto dei pensieri di Candida. Sì, ho ritrovato il mio amico fra quelle pagine. Ed è stato come annullare tutte le distanze.

Rating: 4 di 5 Stelle!! [4 di 5 Stelle!!]
Indietro Scrivi una recensione

Aggiungi al carrello

Login  
E-Mail:
Password:

Nuovo utente

Pwd dimenticata?
 
Più venduti  
01.Uova di matrigna – Storie di cavoli amari e uova strapazzate
02.Mogliastre
03.Bocca di pietra
04.Le quattro del mattino
05.neanche per prendere la rincorsa
06.La regola 11
07.Giallomilanese 2006
08.I giorni dell’eden
09.Picarina
10.L’imitatore di storie – Finzioni di vicendevoli umori
 
Dillo ad un amico  
 
Invia questa pagina ad un amico.
 
Recensioni  Altro
Il gambero e il mare
Ho letto per la prima volta "Il gambero e il mare" qualche a ..
4 su 5 Stelle!
 
Ricerca veloce  
 

Usa parole chiave per trovare il prodotto
Ricerca avanzata