Prodotti nel carrello: 0  
ExCogita Book Shop
Cerca nel sito:
Ricerca veloce
 
Novità Offerte Chi Siamo Spedizioni Condizioni Contattaci
Categorie  
 Fuori Collana
 I Librini
 Narrativa
   Fabulae
   Liber ut Liber
   Nitrolibri
   Voluminaria Rosso
 Poesia
 Gialli
 Saggistica
 
Novità  Altro
Locarno mon amour – Un Festival del Cinema a misura d’uomo
Locarno mon amour – Un Festival del Cinema a misura d’uomo
€ 29,00
 
Informazioni  
Spedizioni e Consegna
Privacy
Condizioni e Garanzie
Chi Siamo
Contattaci
FAQ
Mappa del sito
 
Liber ut Liber
Ho sognato l’estate in montagna Disponibilitŕ: Disponibile

Il protagonista raduna qui le sue memorie resistenziali, rievocando le vicende dei sette mesi che, seguendo l’esempio del fratello, trascorse da partigiano in montagna. Vi compaiono i ribelli di un ipotetico distaccamento Bracco, situato all’interno del vasto territorio compreso tra Genova e il Po, che sembra coincidere con quello della VI Zona operativa delle formazioni partigiane dell’Appennino.
Il racconto abbraccia il più ampio periodo che va dall’infanzia del protagonista –gli anni Trenta– ad un dopoguerra dilatato fino ai giorni nostri, ancorando la storia al contesto della cultura antifascista contadina di pianura, e disponendola poi, a Liberazione avvenuta, come memoria ultima del partigiano vecchio, pronto a fare un bilancio della propria esperienza, che sia al contempo paradigmatica di quella generale.
Il racconto, pur circoscritto alla vicenda da partigiano di un ragazzo di paese che quasi non usa le armi, vivendo come lateralmente la grande esperienza resistenziale, di quest’ultima restituisce tutti i principali caratteri, l’ingaggio epico, il quadro solidale del contesto generale del territorio ribelle, la imprecisa idealità di una rivolta di giovani nati all’interno del fascismo, la irreprimibile giocosità di ragazzi che scelsero di combattere in una vera guerra.

Pietro Porta vive e lavora a Tortona (AL), ove è nato. Da molti anni compie ricerche sulla storia sociale e sulla cultura popolare del territorio di appartenenza, con particolare interesse per il teatro di figura di tradizione, sul quale ha pubblicato numerose monografie e saggi. Nel corso della ricerca ha più volte investigato, soprattutto attraverso le fonti orali, la vicenda resistenziale e il movimento operaio, con particolare attenzione alle storie individuali (curando per esempio con Marica Rescia l’autobiografia di Elisa Leoncini Vite di giusti, per la memoria spese, ExCogita 2002). La sua prima prova narrativa, pubblicata nel 2005 da ExCogita, fu I ragazzi dell’Ovest, racconto della esperienza antifascista di un gruppo di ragazzi tortonesi durante la guerra.

PREZZO: € 13,50

Codice Articolo:
Autore: Pietro Porta
ISBN: 978-88-89727-83-6
Formato: 17 x 24
Pagine: 178
 
Quantità:
 Fai una domanda su questo prodotto
 Scrivi una recensione su questo prodotto
 
 Stampa la scheda del prodotto
Ho sognato l’estate in montagna
Login  
E-Mail:
Password:

Nuovo utente

Pwd dimenticata?
 
Carrello spesa  Altro
0 prodotti ... è vuoto
 
Più venduti  
01.Da Quarto a Torino
02.Garibaldi
03.Metti la sella all’ultimo cavallo
04.Quella breve distanza dall’eternitŕ
05.Zizě Caterina
06.Ossimori esistenziali – ovvero: I piccoli casi della vita...
07.Natale coi fichi
08.Dalla buona terra alla sabbia d’Africa
09.Il Cairo – Una storia milanese
10.Mariambulus
 
Dillo ad un amico  
 
Invia questa pagina ad un amico.
 
Recensioni  Altro
Scrivi una recensioneScrivi una recensione su questo prodotto!
 
Ricerca veloce  
 

Usa parole chiave per trovare il prodotto
Ricerca avanzata